“Tra terra e mare”

Il trabocco Canale è a Vasto (CH) in località “La Canale” a nord del golfo di Vasto Marina, da cui appunto prende il suo nome. Costruito nel 1901 e più volte restaurato, conserva intatte, ancora oggi, le sue antiche funzioni legate alla pesca grazie alla meticolosa e attenta cura dei suoi proprietari che ne conservano tutte le peculiarità storiche, tecniche e culturali.

Nel 2019 la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo lo ha riconosciuto  “Manufatto di interesse culturale” annoverandolo tra gli undici trabocchi della costa teatina che sono stati selezionati e vincolati per il loro alto valore storico e culturale in quanto testimonianze uniche e preziose della storia di questo territorio.

Il trabocco Canale non è solo tra le più antiche e storiche macchine da pesca, ma è soprattutto un luogo incantato che racconta e racchiude storie di pescatori e traboccanti di un’epoca ormai lontana. Salire sul trabocco è un momento suggestivo, di profondo contatto con il mare e l’orizzonte. Custodire le sue peculiarità non è solo passione, ma un dovere verso la storia e la cultura della nostra particolare costa dei trabocchi.

La tramontana arrivò puntuale, le olive raggelarono un poco e i raccoglitori si misero all’opera con l’alacrità delle genti aduse ad ogni sorta di travaglio. In parallelo, il mare ricominciò a mugghiare negli anfratti, a scompigliare le frane, a dare manrovesci alla nervatura del trabocco, che però resisteva; e con le onde che gli passavano sotto sembrava un veliero che ne sfidasse le creste sibilanti, perché di lassù ballava tranquillo come una libellula sul rovistio d’acque.” […]

Tito Spinelli, Pescatore di Terraferma (Ed. Cannarsa, Vasto)

TRABOCCO CANALE VASTO
TRABOCCO CANALE VASTO
PARTICOLARE TRABOCCO vasto
PARTICOLARE TRABOCCO VASTO
PARTICOLARE TRABOCCO
GABBIANO SUL TRABOCCO VASTO
PARTICOLARE TRABOCCO VASTO
TRABOCCO ALL'ALBA sul trabocco

Invia un messaggio per avere più informazioni